Enti

 Partecipare al Servizio civile significa entrare in un grande progetto, accettare la sfida di accompagnare ragazzi e ragazze verso la vita adulta, fargli scoprire di essere una risorsa per la comunità e cambiare insieme il futuro.

 

Se Ci tieni, scegli di “esserci”, entra in un grande progetto!

 

Nella pagina troverai alcune indicazioni su come entrare nell’articolato sistema del Servizio civile.

Gestire un progetto in cui ospitare giovani volontari di Servizio Civile è l’occasione per un Ente di ricevere nuovi stimoli, “contaminare” la propria organizzazione dall’entusiasmo giovanile e aprirsi ad un punto di vista esterno, oltre che la possibilità di avvalersi di una collaborazione nella realizzazione della propria mission.

Ma non è solo questo…
Entrare nella rete del Servizio Civile è anche l’opportunità per accompagnare i ragazzi in un’esperienza di cambiamento, crescita e impegno nella comunità e sul territorio. L’ente che si accredita sottoscrive, infatti, una carta di impegno etico attraverso cui assume consapevolezza e responsabilità su delicatezza e importanza del processo a cui sta aderendo e nei confronti dei giovani che si candida ad ospitare.

Possono diventare enti di Servizio Civile esclusivamente le organizzazioni pubbliche e private senza scopo di lucro che agiscono in almeno uno dei settori previsti dal decreto legislativo 40/2017.

Tutti gli enti che si candidano ad entrare nel Sistema del Servizio Civile devono avere:

  • capacità organizzativa e possibilità di impiego dei volontari
  • corrispondenza tra i propri fini istituzionali e le finalità della legge istitutiva del Servizio Civile (all’art.1 della legge 64/2001)
  • assenza di scopo di lucro  e svolgimento di un’attività continuativa negli ultimi 3 anni (condizione necessaria solo per gli enti privati)

Gli interventi del Servizio civile si sviluppano nei seguenti settori:

assistenza; protezione civile; patrimonio ambientale e riqualificazione urbana; patrimonio storico artistico e culturale; educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport; agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità; promozione della pace tra i popoli, della non violenza e della difesa non armata; promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo; promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero.

Accreditamento
Per entrare appieno nel sistema del Servizio Civile accogliendo nelle proprie sedi giovani operatori volontari gli enti devono preliminarmente procedere all’accreditamento all’Albo unico del Servizio Civile Universale. Vedi la successiva voce Accreditamento al servizio civile universale.

Programmazione
Un ente accreditato al Servizio Civile Universale potrà presentare le sue proposte rispettando la cornice della programmazione del Servizio civile universale, articolata in un Piano triennale ; la programmazione è approvata dalle istituzioni competenti, previo parere della Consulta del Servizio Civile Universale, ed è attuata mediante programmi di intervento articolati in progetti, proposti dagli enti di Servizio civile universale nell’ambito di uno o più settori.

Avviso agli Enti
La pubblicazione, da parte del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, di un Avviso rivolto agli Enti accreditati nell’Albo unico del Servizio Civile Universale da' il via alla fase della presentazione di programmi e progetti di Servizio Civile Universale.
Oltre all’Avviso per progetti ordinari di Servizio Civile ci possono essere Avvisi tematici, quali quello per programmi di accompagnamento dei ciechi e grandi invalidi e altri come il servizio civile digitale, ambientale etc.

Progettazione
Gli Enti accreditati al Servizio Civile Universale presentano programmi d’intervento, articolati in progetti, nei tempi previsti dall’Avviso pubblicato dal Dipartimento. Sia i programmi che i progetti possono essere presentati insieme ad altri enti accreditati secondo la procedura della co - programmazione e co – progettazione.

Si rinvia per approfondimenti alla sezione Progettazione

Valutazione proposte
Terminata la fase della presentazione delle proposte in risposta all’Avviso agli enti, il Dipartimento con il coinvolgimento delle Regioni e Province Autonome procede alla loro valutazione e determina, in base al contingente finanziario disponibile, il numero di Programmi e progetti finanziabili.

Bando Volontari
Il bando per operatori volontari, emesso dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, invita i giovani a presentare la loro domanda indirizzandola direttamente agli enti titolari di programmi e progetti finanziati con il bando.

Promozione del Servizio Civile.
Parlare del servizio civile è fondamentale per promuoverlo presso i giovani. La promozione è uno dei compiti delle Istituzioni ma anche degli Enti di servizio civile e degli stessi giovani in servizio civile.
In fase di vigenza del bando ai volontari, gli Enti accreditati con progetti finanziati hanno il compito di promuovere il Bando e di offrire informazioni e assistenza ai potenziali candidati.
Ugualmente importante è la comunicazione interna, che mette in circolazione le informazioni utili e aiuta a capire e condividere finalità e scopi del sistema servizio civile.

Selezione Volontari
Gli enti provvedono alla selezione dei giovani che hanno presentato domanda nelle loro sedi di progetto; la selezione avviene secondo il sistema e i relativi criteri proposti in fase di accreditamento e pubblicizzati col progetto. Dopo aver concluso la procedura di selezione, gli Enti avviano i volontari in servizio presso le loro sedi per cominciare insieme il viaggio del Servizio Civile.

Gli enti che vogliono entrare nel sistema dovranno accreditarsi all’Albo unico del Servizio Civile Universale, presentando domanda al Dipartimento per le Politiche giovanili e il SCU, durante le “finestre” previste.

Possono accreditarsi le istituzioni pubbliche e le organizzazioni senza scopo di lucro (vedi voce Requisiti), sia singolarmente sia in forma associata, nella veste di ente capofila o di ente di accoglienza.

L’ente capofila (che si candida come ente titolare dell’iscrizione all’Albo) procede all’accreditamento per tutta la sua organizzazione o le organizzazioni con cui è affiliata; l’ente associato (che si candida come ente di accoglienza) si accredita attraverso l’ente capofila e ha la piena disponibilità delle sedi che accredita.

I requisiti per l’iscrizione all’Albo Servizio Civile Universale, le modalità, i tempi istruttori e gli esiti finali sono stabiliti e descritti nella vigente “Circolare per l’iscrizione e l’adeguamento all’Albo Servizio Civile Universale”.

L’Albo è unico ed articolato nelle sezioni nazionale e regionali e delle Province autonome.

L’Accreditamento all'Albo Servizio Civile Universale richiede:

  • la disponibilità di almeno 100 sedi di attuazione in almeno due Regioni (sezione nazionale) o di almeno 30 sedi di attuazione nella stessa Regione o Provincia autonoma (sezione Regionale o Provincia autonoma);
  • la presenza di una struttura di gestione continuativamente dedicata al Servizio civile  e qualificata per la gestione del Servizio civile in cui siano presenti il coordinatore responsabile del Servizio Civile Universale, il responsabile della formazione e valorizzazione delle competenze, il responsabile della gestione degli operatori volontari, il responsabile dell’attività informatica, il responsabile della sicurezza, il responsabile delle attività di controllo, verifica e valutazione del Servizio Civile Universale
  • la disponibilità di formatori generali, selettori ed esperti di monitoraggio, per un numero rapportato alla grandezza dell’organizzazione che si accredita;
  • la capacità di assumere e gestire un sistema di comunicazione, selezione, formazione e monitoraggio.

Registrazione
Per effettuare l’iscrizione all’Albo del Servizio Civile Universale la prima fase operativa è l’accesso alla procedura di registrazione al portale Sistema Unico. Il Rappresentante legale dell’Ente che si candida come titolare dell’accreditamento è il soggetto abilitato alla registrazione che dovrà essere fatta attraverso l’utilizzo di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e seguendo le indicazioni fornite nel Manuale utente di registrazione al sistema Unico.

Presentazione domanda di iscrizione
Effettuata la registrazione, l’Ente, sempre per il tramite del Rappresentante legale, è abilitato all’ accesso al sistema Unico; per presentare la sua domanda di iscrizione all’Albo Servizio Civile Universale dovrà scegliere il sistema Helios e seguire le indicazioni fornite dal Manuale utente di iscrizione al Sistema Unico.

Avviata la procedura, gli enti allegano nel portale tutta la documentazione necessaria a dimostrare i requisiti preliminari per entrare nel sistema e la capacità organizzativa per l’attuazione del servizio civile e l’accoglimento dei volontari.

Leggi la Circolare sull’accreditamento e adeguamento

Link utili:
Sistema unico del Servizio civile
Manuali 
Albo Unico Servizio Civile Universale

Contatti per accreditamento:
Per Informazioni e quesiti relativi all'iscrizione all'Albo Servizio Civile Universale, l’ente può inviare una mail all’indirizzo supportalbo@serviziocivile.it

Per eventuali problematiche di natura tecnica e relative all'iscrizione all'Albo Servizio Civile Universale, l’ente può rivolgersi telefonicamente all'assistenza tecnica 0667796175 o via mail all'indirizzo heliosweb@serviziocivile.it