LA REGIONE PUGLIA IN COLLABORAZIONE CON APULIA FILM COMMISSION SI APRE A NUOVI LINGUAGGI PER PROMUOVERE IL SERVIZIO CIVILE

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDF  Stampa  EMAIL

Nasce un progetto per una comunicazione innovativa sul SC , presentato il 28 settembre al teatro Margherita di Bari nell’ambito del BIF&ST 

Rilanciare e promuovere il Servizio Civile sperimentando nuovi linguaggi, più informali, più vicini ai giovani, maggiormente creativi e suggestivi e creare una rappresentazione del Servizio Civile che raccolga la complessità dell’esperienza, fatta di formazione alla cittadinanza, valori e rafforzamento delle competenze utili all’occupabilità delle ragazze e dei ragazzi.

Parte da questi presupposti la collaborazione tra Regione Puglia ed Apulia Film Commission che il 28 settembre, in una conferenza stampa nell’ambito del Bif&st, alla presenza di Alessandro Delli Noci, assessore regionale con delega al Servizio Civile, Simonetta Dellomonaco, Presidente di Apulia Film Commission e Antonella Bisceglia, dirigente regionale della Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale, hanno presentato un progetto comune relativo alla produzione di un audiovisivo sul Servizio Civile.

"L’iniziativa per la produzione di un documentario su questa importante opportunità per i nostri giovani – dichiara l’assessore alle Politiche giovanili, Alessandro Delli Noci – è tesa a realizzare un lavoro organico attraverso il linguaggio cinematografico, inconsueto per un’amministrazione. Spesso questa misura è percepita in maniera impropria nell’immaginario collettivo e, proprio per questa ragione, abbiamo deciso di effettuare un restyling del Servizio Civile, utilizzando i linguaggi dei giovani per essere a loro più vicini in maniera immediata e accattivante. Crediamo nella centralità di questa misura che offre a tanti giovani l’occasione di mettersi in gioco affrontando, per un anno, impegni e responsabilità, relazionandosi, sviluppando una propria coscienza civica e accrescendo le proprie competenze. Per questo – conclude Delli Noci – dobbiamo essere in grado di raggiungerli e raccontare loro questa opportunità in maniera adeguata"

L’affidamento della produzione del documentario avviene attraverso il bando pubblicato il 28 settembre da Apulia Film Commission e reperibile al seguente link:  tale bando, che rimarrà aperto fino al 26 novembre, mira ad individuare casa di produzione e regista, soggetto e sceneggiatura e richiede la realizzazione di un audiovisivo di una durata minima di 20 minuti e massima di 52 insieme alla produzione di 5 pillole del documentario per la diffusione sui social network.

La collaborazione con AFC non è l’unica azione messa in campo dalla Regione Puglia per promuovere la misura del Servizio Civile: il 23 agosto è stata avviata anche l’iniziativa “Servizio Civile in Puglia CondiViviamolo!”, una campagna di comunicazione social attraverso la quale si raccolgono e pubblicano le storie autentiche di chi ha vissuto in prima persona l’esperienza, i volontari ed in generale chi contribuisce alla realizzazione dei progetti di SC, oltre che i beneficiari degli stessi. Un inestimabile patrimonio di contenuti per trasmettere il reale significato, le prospettive e il valore del Servizio Civile. Storie e testimonianze sotto forma di racconti, riflessioni, frasi, poesie, fotografie, video, disegni, vignette sono in corso di pubblicazione sui canali social delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e di quelli dei protagonisti di tutto il processo, utilizzando l’hashtag: #SCPugliaCondiViviamolo. A breve sarà online anche la pagina web interamente dedicata all'iniziativa. 

 "Entrambe le due iniziative in campo, ufficializzate in questa conferenza stampa accolta nell' ambito del BIf&st,– precisa la dirigente delle Politiche Giovanili della Regione Puglia, Antonella Bisceglia – hanno l’ambizione di rappresentare il SC in tutta la sua complessità, nel senso migliore del termine, evidenziandone la potenzialità generativa e moltiplicativa".

"Perché raccontare il Servizio Civile significa raccontare la Puglia, i suoi territori, le sue comunità, la sua gente” conclude l’assessore Delli Noci